Il laboratorio descrive alcuni aspetti della teoria del moto bidimensionale e le correlazioni con diversi sport: il lancio del peso, il salto in lungo o con l’asta e, più genericamente, qualsiasi disciplina che preveda il lancio di una massa. In un primo momento verranno presentate alcune esperienze classiche, affini a tali discipline sportive, che dimostrano l’aderenza della teoria alla realtà. In seguito, la teoria del moto bidimensionale verrà applicata al tiro con l’arco. Nello specifico, gli allievi arcieri tireranno con l’arco su bersagli posti a diverse distanze e dovranno basarsi principalmente su tre aspetti fondamentali: il tipo di arco da usare, l’allungo e la potenza dell’arco, parametri che influenzano in particolare la scelta delle frecce più o meno rigide.