Immaginare di praticare lo sci alpino o la bici senza il senso della vista è per molti impensabile. Eppure non impossibile. Da oltre 40 anni il Gruppo ticinese sportivi ciechi e ipovedenti pratica vari sport utilizzando la tecnologia per sopperire alla mancanza della vista.
In piena sicurezza e in totale libertà, una persona cieca può provare l’ebrezza di scendere da un pendio innevato o sfrecciare in sella ad una bici da corsa. Non si tratta di fantascienza, ma dell’uso di particolari attrezzature e di un solido rapporto di fiducia con una guida, uno sportivo vedente che accompagna la persona durante la disciplina. Il gruppo ha per esempio in dotazione degli apparecchi radio modificati per consentire una comunicazione costante fra il cieco e la sua guida.