Miliardi di cellule nervose concorrono al funzionamento della sorgente dei nostri pensieri: il nostro cervello. Il ricordo, la conoscenza, la riflessione, il sogno, la logica e il linguaggio, che sono il fondamento della nostra natura di esseri umani, poggiano su una struttura molle, fatta di carne. Persino la nostra capacità di percepire la realtà o la percezione del nostro corpo dipendono dalla complessa struttura del nostro cervello: immagini, profumi, suoni e gusti si ritrovano così a danzare fra i nostri neuroni, restituendoci una «visione ricostruita» di noi stessi e del mondo. Ma com’è possibile che la materia veda, senta, ami, parli? Dove sono io? Nel corpo o nel cervello? E quali relazioni sussistono tra il mio corpo e il mio cervello?